Home Prima Pagina La Regione si costituisce parte civile nell’inchiesta sulle protesi ortopediche

La Regione si costituisce parte civile nell’inchiesta sulle protesi ortopediche

start up

La Giunta di Palazzo Lombardia ha approvato una delibera che permetterà alla Regione di costituirsi parte civile nel processo per corruzione a carico di alcuni specialisti di ortopedia.

I medici, agendo all’interno di strutture private accreditate con il servizio sanitario nazionale, avrebbero favorito la scelta e l’utilizzo di prodotti della società Ceraver in cambio di denaro o altre utilità.

Nella delibera sono state spiegate anche le gravi motivazioni che hanno spinto la Procura ad avviare l’indagine.
Si fa infatti riferimento alla mancata valutazione della qualità dei prodotti e dell’idoneità delle protesi stesse sui pazienti da sottoporre a intervento.

L’inchiesta fa parte del filone in materia di sanità che aveva già prodotto le prime condanne nel 2018 a carico dell’ex direttrice sanitaria di Ortopedia e di due ex primari dell’ospedale Galeazzi per episodi di corruzione simili.
Ai provvedimenti giudiziari erano seguite anche confische di denaro e l’interdizione agli uffici pubblici.

Anche in questo caso, dunque, la Regione è stata riconosciuta come parte offesa.
La prima udienza per il procedimento è stata fissata per il 4 febbraio.