Home Lavoro Il Comune e le iniziative per giovani, formazione e lavoro nel...

Il Comune e le iniziative per giovani, formazione e lavoro nel 2021

giovani
Fonte foto Comune di Milano

Il Comune di Milano si fa promotore del progetto “MiG-Work – MiGeneration work in progress” rivolto ai giovani di età compresa tra i 16 e i 34 anni e che ha lo scopo di offrire una serie di servizi integrati per la ricerca di lavoro, l’acquisizione di nuove competenze attraverso corsi di formazione e l’orientamento allo studio.

Tutte le attività sono gratuite dal momento che al progetto hanno contribuito il Comune di Milano con il servizio Informagiovani e i partner Ce.Svi.P Lombardia Società Cooperativa, Codici Cooperativa Sociale Onlus, Comunità Nuova ONLUS, Formaper – Azienda speciale della Camera di commercio di Milano Monza e Brianza, ICEI Istituto cooperazione economica internazionale, InVento innovation lab impresa sociale Srl, La strada cooperativa sociale, Piccolo principe cooperativa sociale ONLUS, Fondazione Don Gino Rigoldi, BiPart impresa sociale S.r.l.
All’iniziativa partecipa anche la Regione attraverso il co-finanziamento.

La maggior parte dei corsi proposti è accessibile tutto l’anno a eccezione di alcuni che richiedono l’iscrizione entro il 31 gennaio.
Le proposte spaziano dalla sostenibilità ambientale nel settore idrico e manifatturiero all’assistenza digitale agli anziani fino a quelle per trovare un lavoro in ambito equestre o per avvicinarsi al mestiere del barman.
Per tutti i percorsi è previsto un tirocinio finale retribuito.

È possibile, inoltre, accedere a percorsi di “job shadowing” che consistono nell’osservazione di un lavoratore all’interno del suo contesto operativo. In questo caso la persona verrà inserita all’interno di un’impresa per conoscerne la realtà lavorativa ed essere accompagnata nella definizione di un progetto professionale.

Non mancheranno percorsi di gruppo o dedicati alla singola persona per l’acquisizione e il rafforzamento di competenze trasversali e di sostegno all’autoimprenditorialità oltre alla possibilità di conoscere le opportunità di volontariato in Italia e all’estero.

È inoltre prevista l’attivazione di uno sportello amico dedicato ai giovani stranieri che hanno bisogno di aiuto per la ricerca del lavoro e il disbrigo pratiche.

C’è spazio anche per le scuole per le quali sono previsti laboratori rivolti agli studenti per migliorare la capacità di presentarsi, sostenere colloqui, conoscere e valorizzare le proprie attitudini.

“Crediamo molto in questo progetto che mira a creare un sistema integrato per supportare i giovani nell’ingresso nel mondo del lavoro – ha dichiarato Laura Galimberti, assessore all’Educazione -, sia aiutandoli nel riconoscere le loro attitudini e le loro capacità, sia sostenendoli nell’orientare i loro sforzi in maniera produttiva. Crediamo che sia questo il compito delle istituzioni: contribuire alla costruzione di una società sempre più dinamica e di una città attrattiva e, allo stesso tempo, assicurarsi, attraverso progetti come questo, che tutti riescano a integrarsi e che nessuno venga lasciato indietro”.