Home Prima Pagina Regione: assegnati i riconoscimenti Rosa Camuna

Regione: assegnati i riconoscimenti Rosa Camuna

Rosa Camuna
Fonte foto Regione Lombardia

La Regione ha assegnato i premi del riconoscimento “Rosa camuna” a quanti si sono distinti, in vari campi, per “contribuire allo sviluppo economico, sociale, culturale e sportivo della Lombardia”.

I cinque premiati sono stati: la Croce Bianca di Brescia, il ciclista Felice Gimondi, l’associazione di volontario sociale onlus ‘Il Mantello’, Adele Patrini presidente dell’associazione Caos per la lotta al tumore al seno e il filosofo Carlo Sini.

I nomi sui quali si è trovata l’unanimità sono stati proposti da assessori, sottosegretari e consiglieri regionali.
Per questa edizione del Rosa Camuna che doveva essere una doppia festa visto anche l’anniversario dell’istituzione delle Regioni avvenuto nel 1970, la cerimonia che si è svolta nella sala consiliare del Pirellone ha visto l’assenza di molti dei premiati a causa delle restrizioni da covid.
La cerimonia è stata presieduta dal governatore Attilio Fontana e dal presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi.

Oltre ai 5 premi ci sono state menzioni speciali per rappresentanti del volontariato, dello sport, della cultura, della medicina e dell’arte.
I premi speciali legati ai 50anni della Regione Lombardia sono stati assegnati alla squadra di calcio dell’Atalanta, al primo presidente della Regione Lombardia Piero Bassetti, alla ballerina Carla Fracci, allo scenografo Ezio Frigerio e al fondatore dell’Accademia dello Sport di Bergamo Giovanni Licini.

I due premi speciali scelti dal presidente della Giunta Fontana sono stati assegnati a due medici, l’anestesista di Cremona Alessandra Malara e al medico pavese Laura Ricevuti.
Premio alla memoria per Alessandro Fontana, politico bresciano che scelse la rosa camuna come simbolo della Regione Lombardia nel 1975.