Home Prima Pagina Il campione Alex Zanardi compie 54 anni nel letto di ospedale

Il campione Alex Zanardi compie 54 anni nel letto di ospedale

Alex Zanardi

Oggi 23 ottobre il campione paraolimpico Alex Zanardi compie 54 anni.

Dopo l’incidente dello scorso 19 giugno in Val d’Orcia in Toscana, il campione sia sportivo sia per il coraggio che ha sempre dimostrato, è ancora ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano in terapia sub intensiva e in fase di riabilitazione.
I sanitari parlano di “progressi significativi” ma lasciano intendere che il percorso di guarigione sarà ancora lungo.
Accanto a Zanardi ci sono la moglie Daniela e il figlio Niccolò che a volte ha affidato ai social qualche pensiero sul padre “guerriero”, questa la parola che ricorre più spesso nei tanti messaggi di auguri postati sui social.

E sempre sui social è comparso questo messaggio: “Sei tutti i giorni nei nostri pensieri e non vediamo l’ora di riabbracciarti. Ci mancano i tuoi sorrisi, il tuo umorismo, la tua ironia. Non mollare, come hai sempre fatto. Noi siamo qui in attesa di festeggiare la più bella delle tue vittorie #ForzaAlex”. A postarlo è stato Luca Pancalli, presidente del Cip, il Comitato Italiano Paralimpico.

Lo scorso giugno, nel corso di una competizione a scopo benefico, Zanardi era rimasto vittima di un incidente tra Pienza e San Quirico d’Orcia, in Toscana quando, al termine di una discesa, si era scontrato con un camion che avanzava in direzione opposta alla sua.
Era stato quindi ricoverato all’ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena dove aveva subito tre delicatissimi interventi chirurgici. 
Dopo quasi un mese, vista la stabilità delle condizioni cliniche generali e del quadro neurologico, era stato trasferito in Lombardia presso la struttura riabilitativa di Villa Beretta a Costa Masnaga in provincia di Lecco. 
Era il 21 luglio.
Solo qualche giorno dopo, il campione paralimpico veniva trasferito nel reparto di terapia intensiva neurochirurgica dell’Ospedale milanese. 
Le sue condizioni non erano più stabili per effetto di una infezione batterica con febbre. In quel contesto era stato operato per la quarta volta e poi ricoverato in terapia intensiva.

Prosegue intanto anche l’inchiesta per accertare le dinamiche dell’incidente.
Per il momento si possono escludere la velocità – i due mezzi procedevano entro limiti normali – e lo stato del manto stradale che non presentava irregolarità, così come un guasto alla handbike che Zanardi guidava al momento dell’incidente.
Resta da capire quale dei due mezzi abbia invaso la carreggiata dell’altro determinando lo scontro.

La redazione di Milano Cityrumors si unisce al coro degli auguri per un nuovo ritorno da campione.