Home Città Metropolitana Cronaca Incidente aereo nel cremonese: muoiono il pilota e un paracadutista

Incidente aereo nel cremonese: muoiono il pilota e un paracadutista

aereo
I resti dell'aereo precipitato - Fonte foto bresciaoggi.it

Un piccolo aereo Pilatus Porter, di solito utilizzato per effettuare i lanci con il paracadute, è precipitato in un campo di mais nella frazione Livrasco del comune di Castel Verde, in provincia di Cremona.

Nell’impatto è morto il pilota Stefano Grisenti di 54 anni, originario di San Secondo Parmense, in provincia di Parma. L’altra vittima, ritrovata poco lontano dalla carcassa del velivolo, si chiama Alessandro Tovazzi, aveva 41 anni, era originario di Arco di Trento ed è stato l’ultimo paracadutista a lasciare l’aereo indossando una tuta alare.
Alcuni testimoni hanno raccontato di aver visto l’aereo avvitarsi su sé stesso prima di precipitare e l’ultimo paracadutista avere dei problemi nel governare la tuta alare mentre era in fase di discesa tanto che l’impatto al suolo è risultato fatale.
Il velivolo era partito dall’Aero Club del Migliaro e aveva a bordo altre 5 persone che, però, si erano già lanciate prima che avvenisse la tragedia.
Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco e i Carabinieri mentre l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo ha inviato un proprio investigatore per ricostruire la dinamica dei fatti.
Sembra, infatti, che a un certo punto il velivolo abbia perso un’ala, si sia incendiato e sia precipitato senza lasciare scampo al pilota.
Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, però, ci sarebbe stato un contatto tra l’ultimo paracadutista e il velivolo al seguito del quale il pilota avrebbe perso il controllo e sarebbe quindi precipitato.