Home Ambiente La classifica delle città verdi d’Europa: ci sono anche Roma e Milano

La classifica delle città verdi d’Europa: ci sono anche Roma e Milano

Milano

Un’agenzia immobiliare londinese stila ogni anno la classifica delle città più “verdi” d’Europa, il Green Cities Index. La novità del 2020 è la presenza di ben due città italiane: Roma al terzo posto e Milano al quinto.

Per ogni posizione della classifica, l’agenzia offre una breve descrizione dei fattori che rendono “verde” quella città.

A giocare a favore di Milano, sono stati la diffusione della mobilità condivisa e, in generale, l’orientamento alla mobilità sostenibile legato alle piste ciclabili e all’uso dei monopattini elettrici.
A questi fattori si aggiunge poi una rete di trasporto pubblico efficiente.
La presenza in classifica si spiega anche grazie all’attenzione per il verde: con il progetto ForestaMi che ha permesso di triplicare il numero di alberi in città ha l’obiettivo di piantarne 3 milioni entro il 2030; con il progetto della Biblioteca degli Alberi e persino grazie al grattacielo di Stefano Boeri, il “Bosco Verticale”.
Dai criteri su Milano è stato escluso, per motivi legati al superamento ciclico delle soglie di Pm10, quello legato alla qualità dell’aria.

L’altra città italiana in classifica è la Capitale che ha guadagnato il terzo posto e ha fatto guadagnare all’Italia il primato di paese con ben due città in classifica.
Roma si è imposta grazie al suo verde pubblico, soprattutto quello legato alle ville – Villa Doria Pamphili, Villa Ada, Villa Borghese – e alle dimore storiche all’interno delle quali papi e nobiltà volevano ettari di vegetazione per dedicarsi alla caccia. Questo ha fatto sì che il verde rappresenti ben il 67% del territorio comunale.

A guidare la classifica è Parigi che ha guadagnato il punteggio di 40/60.
In questo caso i punti di forza del suo essere “green” sono stati: l’uso frequente della mobilità sostenibile, l’attenzione riservata a pedoni e ciclisti con aree dedicate, l’efficienza del trasporto pubblico che sta arrivando a coprire anche le periferie i progetti per l’apertura di nuove zone verdi.

Le altre città presenti in classifica sono state scelte anche con altri criteri come l’uso delle energie rinnovabili, la gestione dei rifiuti e la riduzione delle percentuali di anidride carbonica.
Si incontrano quindi i nomi di Amsterdam, Stoccolma, Praga, Dublino, Varsavia, Vienna e Barcellona.