Home Città Metropolitana Cronaca Il Governo ha deciso: Milano è la candidata per ospitare il Tribunale...

Il Governo ha deciso: Milano è la candidata per ospitare il Tribunale Unificato dei Brevetti

case

Dopo un’incertezza che aveva suscitato non poche critiche da parte del Comune e della Regione, il Governo ha sciolto la riserva su Milano per ospitare il Tribunale Unificato dei Brevetti – TUB in vista della riunione dei rappresentanti dell’Unione Europea, prevista il 10 settembre, per assegnare la nuova sede all’istituzione che dovrà lasciare Londra per effetto della Brexit.
Il TUB è un’istituzione a dimensione sovranazionale specializzata nel deposito dei brevetti per chimica, farmaceutica e life sciences.
Le altre città candidate da lungo tempo dai rispettivi paesi, sono Parigi e Amsterdam.

L’incertezza nella candidatura di Milano nascondeva forse una tensione politica tra chi sosteneva la candidatura di Milano, appunto, e chi invece voleva sosteneva Torino che, invece, è stata indicata come sede del nuovo Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale – I3A.

“L’obiettivo – spiega una nota di Palazzo Chigi – è creare una sinergia tra le due città e il Governo e allo stesso tempo consolidare l’asse nord-ovest del Paese: una strategia che renderebbe ancor più forti Milano e Torino e, con esse, l’Italia”.
La nota prosegue: “La scelta di Milano quale candidata per la terza sede centrale del Tribunale unificato dei Brevetti è una decisione strategica, in direzione di un ulteriore contributo italiano allo sviluppo e alla crescita dell’Unione europea. Sarebbe al fianco di Parigi e Monaco nel compito di registrare le nuove scoperte e soluzioni ideate nel campo delle scienze umane e del farmaceutico”.

A Torino nascerà un polo dedicato alle applicazioni “del futuro” per i settori della manifattura e robotica, IoT- internet of things – sanità, mobilità, agri – foood ed energia, Pubblica amministrazione, cultura e digital humanities e aerospazio.
L’idea che sta alla base del progetto è creare una struttura di ricerca capace di attrarre talenti dal mercato nazionale e internazionale e, allo stesso tempo, diventare un punto di riferimento per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale in Italia.