Home Città Metropolitana Cronaca Pista ciclabile: al via i lavori nella cerchia dei Navigli

Pista ciclabile: al via i lavori nella cerchia dei Navigli

Pista ciclabile Milano

Qualche giorno fa sono partiti i lavori per realizzare la pista ciclabile in viale Monza.
In questa ultima settimana di agosto prenderanno il via i lavori lungo la Cerchia dei Navigli.
Il tratto interessato è quello compreso tra via Francesco Sforza all’altezza via San Barnaba, via Visconti di Modrone, via San Damiano, via Senato e quindi via Pontaccio fino all’incrocio con via Mercato e corso Garibaldi.
Il percorso avrà così una lunghezza di 2,6 chilometri. 
Questa area, fino ad ora era percorribile dalle biciclette solo in senso antiorario e con diverse interruzioni.
I lavori non interesseranno le aree sud della cerchia già occupate dai cantieri della M4.
In pratica, sulla tratta esistente si procederà ad ampliare di circa un metro la corsia preferenziale e a inserire la pista ciclabile che sarà indicata con il solo tratteggio.
I lavori inizieranno in via Visconti di Modrone e si protrarranno per circa tre settimane.
In precedenza era stato realizzato il percorso da piazza San Babila a corso Buenos Aires fino a piazza Loreto mentre altri interventi sono previsti nella tratta Loreto-Sesto Marelli e da via Valtorta a Turro in direzione Nord-Sesto Marelli.
La realizzazione avviene sempre tracciando il percorso della pista.
Nei tratti larghi fino a dieci metri, le auto potranno sostare in linea e ci sarà uno spazio per chi scende o apre lo sportello. Saranno quindi due metri di corsia per le bici e cinque per i motori. Nei tratti del viale larghi sugli otto metri, invece, ci sarà un restringimento di circa quattro metri per permettere la sosta in linea a bordo marciapiede laddove oggi la sosta è vietata. 
Nel commentare i primi risultati del tratto inaugurato a luglio in corso Buenos Aires, l’assessore alla mobilità Marco Granelli ha detto: “Abbiamo visto che la ciclabile lungo corso Venezia e corso Buenos Aires è percorsa ogni giorno da una media di 7mila ciclisti e solo il 55% dei veicoli transitanti sono auto. Siamo soddisfatti del risultato. Questo è uno sprone a proseguire nella direzione presa sia con il Piano per la mobilità sostenibile sia con il progetto Strade Aperte varato per l’emergenza Coronavirus. Siamo certi che rendere percorribile nei due sensi di marcia la Cerchia dei Navigli darà un ulteriore impulso alla mobilità sostenibile […]”.