Home Prima Pagina Covid-19, parenti delle vittime scrivono alla Commissione Europea: “Vigilate sulle indagini in...

Covid-19, parenti delle vittime scrivono alla Commissione Europea: “Vigilate sulle indagini in corso in Lombardia”

covid

Il comitato “Noi Denunceremo – verità e giustizia per le vittime di Covid-19” ha inviato alla presidentessa della Commissione Europea Ursula von der Leyen e al presidente della Corte Europea dei diritti dell’uomo Ròbert Ragnar Spanò.

“Lo scorso marzo il mondo ha espresso vicinanza al dolore delle nostre comunità di Bergamo e Brescia che, da sole, contano undicimila vittime di coronavirus. Uno scenario unico e senza precedenti sull’intero pianeta. Vi scriviamo per chiedere la vostra supervisione sulle indagini in corso in Lombardia, che stanno seguendo centinaia di denunce legali presentate ai pubblici ministeri in tutta la regione. In Lombardia, sembrano esserci segni di indicibili crimini contro l’umanità – si legge – Come parenti delle vittime vi sollecitiamo a supervisionare le indagini in corso sull’epidemia di coronavirus in Italia, con un occhio vigile sulle potenziali violazioni di alcuni articoli inclusi nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea. In particolare, se deliberate decisioni politiche hanno violato il diritto alla vita di migliaia di membri delle nostre comunità (art. 2); il diritto all’integrità fisica e psicologica dei nostri anziani (art. 3); insieme al diritto alla loro dignità umana (art. 1), oltre che l’art. 32 della Costituzione Italiana”.