Home Politica Tangenti Atm, le intercettazioni gettano ombre sugli appalti fin dal 2006

Tangenti Atm, le intercettazioni gettano ombre sugli appalti fin dal 2006

atm milano

Cominciano ad arrivare in queste ore aggiornamenti riguardanti le intercettazioni svolte durante l’inchiesta che ha portato a una serie di arresti per un presunto giro di tangenti all’interno dell’Atm.

Le intercettazioni rivelano infatti come secondo Paolo Bellini, responsabile dell’Unità Amministrativa Complessa sugli Impianti di Segnalamento e Automazione delle metropolitane milanesi, l’assegnazione dell’appalto per la realizzazione del sistema di segnalamento sulla Linea 2 della metropolitana (ultimato lo scorso anno) sia avvenuto grazie a una corruzione. Lo stesso varrebbe per quello della Linea 1, terminato nel 2006. Nell’audio ambientale, che risale al 29 gennaio 2019 ed è stato registrato all’interno di un ristorante milanese, si sente lo stesso Bellini mentre parla con Gerardo Ferraioli e Carmine Rossin, rispettivamente project manager e direttore della Divisione Trasporti della Engineering Informatica Spa.

Tutti e tre sono attualmente agli arresti, i primi due in carcere e Rossin ai domiciliari.