Home Teatro Comicità Teatro Martinitt, la programmazione delle commedie online di questa settimana

Teatro Martinitt, la programmazione delle commedie online di questa settimana

Anche in tempi di separazione fisica e di chiusura degli spazi pubblici, continua la proposta del Teatro Martinitt per il pubblico costretto a casa. Tre le commedie in cartellone questa settimana, tutte fruibili liberamente sulla pagina Facebook del teatro, pubblica e che quindi non richiede nemmeno l’iscrizione al social. Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21.

Martedì 31 marzo è in programma Minchia signor tenente di Antonio Grosso. La trama: Sicilia 1992, in un piccolo paesino dell’isola c’è una caserma dei carabinieri, posta sul cucuzzolo di una montagna. I nostri militari, ognuno proveniente da una diversa regione italiana, affrontano la quotidianità del paesino, dove la cosa che turba di più la gente del posto è il ladro di galline: una volpe!! Tra sfottò e paradossi, un matto che denuncia continuamente cose impossibili e situazioni personali (uno dei militari è fidanzato con una ragazza del posto, e la legge lo vieta!!), i ragazzi si sentono parte di una famiglia, un’unica famiglia. L’arrivo di un tenete destabilizzerà l’unione dei cinque carabinieri. è la commedia cult degli ultimi anni: si parla di mafia, ma in modo incredibilmente comico e originale, si ride tanto e, alla fine, si riflette.

Giovedì 2 aprile sarà la volta di Clandestini di Gianni Clementi. È l’anno 2031. Il mondo occidentale è piegato dalla irreversibile crisi petrolifera e tutti sono costretti a migrare in cerca di quella fortuna ormai sperperata in patria. Un mondo dove si assisterà ad un ribaltamento delle parti: nessuno straniero lambirà più le nostre coste e saremo proprio noi europei a dover espatriare. In questo ‘mondo alla rovescia’ saranno dunque i nostri quattro protagonisti, ridotti in miseria, a implorare aiuto e accoglienza in Africa, la futura terra promessa, diventando loro gli emarginati, i braccati, gli illegali… i Clandestini!

Sabato 4 aprile si potrà vedere E pensare che eravamo comunisti di Roberto D’Alessandro. Una piacevole, agrodolce commedia che narra le vicende di una famiglia storicamente comunista alle prese con la crisi degli ideali politici e sociali della sinistra che perdono terreno nei confronti delle nuove tendenze consumistico-liberiste delle nuove generazioni.

Teatro Martinitt Facebook per vedere le commedie in streaming