Home Prima Pagina Reperibilità 8-20, i medici di Milano contestano la Regione: “Ci mandino un...

Reperibilità 8-20, i medici di Milano contestano la Regione: “Ci mandino un set di protezione, basta rischiare le nostre vite”

medico

L’ordine dei medici di Milano ha contestato l’idea lanciata dalla Regione Lombardia di richiedere una reperibilità telefonica ai medici di famiglia dalle 8 alle 20.

“Si chiede il nostro aiuto e io ben volentieri lo voglio dare, ma il mattino stesso della convocazione del Comitato Regionale mi è stata recapitata una mail con le decisioni della Regione in cui si scrive di questa delibera sulla reperibilità per le visite domiciliari – dice su Facebook il presidente dell’ordine dei medici milanesi, Roberto Carlo Rossi -. Sono esterrefatto dall’atteggiamento della Regione. Le visite a domicilio non le faccio e non le faccio fare a nessuno se non hanno tutti un adeguato set di protezione comprendente occhiali, visiera, guanti, mascherina chirurgica per me e il paziente e camice idrorepellente. Non rischio e non faccio rischiare la vita a me e ai colleghi, sono morti troppi colleghi e questa vergogna deve finire”.

Subito dopo la mail citata da Rossi, la Regione ha specificato che bisognerà fare delle specifiche, ma l’idea resta al vaglio dell’ente locale.