Home Politica Casapound, Francesco Polacchi condannato a un anno per lesioni personali

Casapound, Francesco Polacchi condannato a un anno per lesioni personali

libreria

Francesco Polacchi è stato condannato a un anno di carcere per lesioni personali. L’editore di Altaforte, casa legata a Casapound, è stato ritenuto responsabile dell’aggressione avvenuta a giugno 2017 ai danni di un esponente dell’Anpi e di un attivista dei diritti dei migranti. All’aggressione hanno partecipato anche altri militanti di Casapound entrati all’interno di Palazzo Marino, sede del Comune, per chiedere le dimissioni del sindaco Giuseppe Sala. Per Polacchi si è trattato di “un processo politico”, come ha detto ai cronisti dopo la sentenza.

“Abbiamo appreso con soddisfazione della condanna per lesioni a un rappresentante della nostra associazione. Quel giorno si verificò un fatto gravissimo mai registratosi nel dopoguerra: l’irruzione di Casa Pound i cui militanti si definiscono fascisti del terzo millennio a Palazzo Marino durante la seduta del Consiglio Comunale democraticamente eletto fai cittadini”, ha invece dichiarato Roberto Cenati, presidente dell’Anpi provinciale di Milano.