Home Politica Ruby Ter, nuove testimonianze in aule in favore dell’accusa

Ruby Ter, nuove testimonianze in aule in favore dell’accusa

Continua il processo Ruby Ter in cui l’ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, è tra gli imputati con l’accusa di corruzione in atti giudiziari. Nell’udienza tenuta oggi a Milano sono arrivate due nuove testimonianze a conferma del quadro accusatorio dei pubblici ministeri milanesi. Una è di Alessandro Ravera, consulente immobiliare che ha dichiarato di aver conosciuto Imane Fadil nel 2012. Fadil è un’ex modella considerata una testimone chiave dall’accusa, morta lo scorso marzo all’ospedale Humanitas di Rozzano a seguito di un’aplasia midollare. Secondo Ravera, la Fadil gli avrebbe confessato di essere stata avvicinata in un bar da alcune ragazze e di aver ricevuto un’offerta in denaro per il suo silenzio in tribunale. L’offerta, secondo le ragazze, proveniva da Berlusconi.

In aula ha parlato anche Antonio Matera, ex socio di Luca Risso (compagno di Karima El Mahroug) nella gestione di una discoteca. Risso avrebbe detto a Matera di aver ricevuto circa tre milioni di euro da Berlusconi e di essere andato a vivere in Messico con la El Mahroug, dove avrebbe fatto alcuni investimenti immobiliari.