Home Arte Scuole civiche, proteste di insegnanti e studenti

Scuole civiche, proteste di insegnanti e studenti

I tagli previsti contro le quattro scuole civiche milanesi (Paolo Grassi per il teatro, Luchino Visconti per il cinema, Claudo Abbado per la musica, Altiero Spinelli per interpreti e traduttori) hanno scatenato grandi proteste a Milano, dove insegnanti e studenti sono da tempo in protesta. Di ieri un presidio lungo il Naviglio Grande in cui i manifestanti hanno esposto cartelli contro i tagli alla cultura.

Il Consiglio d’amministrazione di Fondazione Milano ha incontrato le sigle sindacali (Fp-Cgil, Cisl-Fp e Uil-Fpl). “Ci hanno detto che stanno cercando di razionalizzare le risorse per ridurre le ripercussioni – ha dichiarato Gianluca Maritato (Uil-Fpl) – anche attraverso progetti che potrebbero portare a risparmi come l’ipotetica creazione di un campus unico. Noi abbiamo espresso tutta la nostra preoccupazione, e torneremo a far sentire la nostra voce a Palazzo Marino in occasione della prossima seduta della commissione Cultura”.