Home Beneficenza L’app Waze si mobilita per sostenere i centri di raccolta solidale italiani

L’app Waze si mobilita per sostenere i centri di raccolta solidale italiani

Waze mobilità
Waze mobilità

L’app di navigazione gratuita sostiene i centri di raccolta solidale di tutta Italia rendendoli visibili sulla mappa fino alla fine gennaio 2020.

L’app di social navigation ripropone anche quest’anno il progetto benefico dedicato ai “pin solidali” e lo estende a livello nazionale. La tecnologia diventa così solidale verso i più bisognosi aiutando quelle realtà che in Italia raccolgono beni per le persone in difficoltà come indumenti, calzature, accessori, giochi e peluche, sacchi a pelo, coperte, kit per l’igiene personale e per la casa, elettrodomestici, mobili, stoviglie e molto altro ancora. 

Il progetto prevede l’inserimento sulla mappa di Waze di alcuni “pin solidali”dedicati ai centri di raccolta in modo da segnalare i luoghi in cui poter consegnare fisicamente i beni, che devono essere in ottime o buone condizioni. I venticinque pin dei centri di raccolta solidale che hanno aderito all’iniziativa benefica sono già attivi e visibili sulla mappa, presenti in sette regioni italiane (Abruzzo, Campania, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia e Veneto). Le realtà aderenti al progetto sono diciannove: A Braccia Aperte Onlus; Casa Accoglienza Enzo Jannacci; Cena dell’Amicizia; Centro Ambrosiano di Aiuto alla Vita; Centro Diurno Area 51; COSEP Società Cooperativa Sociale; Croce Rossa di Area Nord; Croce Rossa di Bresso; Croce Rossa di Lainate; Croce Rossa di Milano; Croce Rossa di Paderno; Croce Rossa di Pieve Emanuele; Fondazione di Partecipazione Casa dell’Ospitalità; Fondazione Fratelli di San Francesco d’Assisi Onlus; Fondazione Massimo Leone Onlus; Fondazione Progetto Arca Onlus; HUMANA People to People Italia; MIA – Milano in Azione Onlus; Ronda Carità e Solidarietà.

“Abbiamo deciso di riproporre il progetto dedicato ai “pin solidali” su scala nazionale non solo perché l’anno scorso abbiamo riscontrato interesse da parte degli utenti, ma soprattutto perché si avvicina molto allo spirito di Waze. Waze si basa sul crowdsourcing e sul contributo della propria Community che fondamentalmente è costituita da persone che si aiutano reciprocamente condividendo in tempo reale le informazioni sulla viabilità e sulle condizioni stradali. Abbiamo deciso di mettere la nostra tecnologia al servizio del sociale e a sostegno delle realtà che si occupano tutti i giorni delle persone in difficoltà. Ognuno di noi può fare concretamente la sua parte e per sapere dove, quando e cosa donare, su Waze si possono trovare i centri di raccolta attraverso la barra di ricerca oppure selezionare direttamente il pin presente sulla mappa e impostare poi la navigazione” afferma Dario Mancini, Regional Manager Italy & EMEA Emerging Markets di Waze.

Da oggi fino a fine gennaio 2020, tutti gli automobilisti che utilizzeranno Waze e si troveranno in prossimità di uno dei centri aderenti al progetto, vedranno apparire sulla mappa dell’app l’icona dedicata al punto di raccolta solidale contenente giorni e orari di apertura e le tipologie di beni ritirati.  

Per maggiori informazioni: http://www.waze.com