Home Altri sport Milano Seconda vittoria per Sinner alle NextGen di Milano, è il primo semifinalista.

Seconda vittoria per Sinner alle NextGen di Milano, è il primo semifinalista.

Secondo giorno all’Allianz Cloud di Milano per gli 8 tennisti under 21 migliori del mondo.

Lasciata la scorsa sessione serale con la stupenda vittoria di Yannik Sinner su Frances Tiafoe, le partite di oggi sono iniziate con un match che ha visto di fronte Casper Ruud e Alejandro Davidovich Fokina, i match di oggi, per tutti valgono la qualificazione al turno successivo, soprattutto se un giocatore come Ruud ieri a perso.

L’incontro, il primo durato 5 set ha visto lo spagnolo scivolare durante uno scambio che lo ha messo temporaneamente fuori gioco, chiamando il medical time out e fasciandosi il ginocchio. Rientrato ha subito vinto il game rimasto in sospeso ed il set successivo, in ogni caso non è stato sufficiente per battere il norvegese che al quinto set ha lasciato a 1 l’avversario mandandolo matematicamente fuori dato che ieri ha perso anche con la testa di serie numero 1.

La partita che ha visto De Minaur contrapposto al serbo Miomir Kecmanović ha confermato il fatto che il numero 15 della classifica Atp è stato il più forte, e dopo aver vinto i primi due set (il secondo al tie-break) ha lasciato un set al serbo per poi far suo il 4 lasciando a 1 Kecmanović e vincendo la partita.

La sera, la terza partita, ha visto il perdente di ieri sera contro Yannik Sinner, ovvero Frances Tiafoe, contro l’unico mancino del torneo, Humbert. Partiti subito forte, la fisicità di Tiafoe si è fatta vedere subito. Anche la classe, con la quale sull’ 1-1 del primo set, ha letteralmente compiuto un gesto tecnico perfetto, annullando il punto e prendendosi il primo break e successivamente pure il set. Anche il secondo ha visto Tiafoe fare un break e vincere 4-3.

Humbert, sempre in contatto con il coach attraverso le cuffie, la nuova modalità di questo torneo, ha provato a chieder consiglio ed a farsi incitare. E così fa suo il terzo set, Humert arriva sul 3-3- e si porta sul 4-0 nel tie-break e si prende il terzo set. Ma a nulla è valso lo sforzo. Troppo preciso e veloce Tiafoe nei confronti del francese che ha tentato fino all’ultimo di contrapporsi con tenacia ma alla fine lo statunitense ha vinto la partita.

Ed all’utlima partita della serata, la più attesa perchè la disputa l’italiano Yannik Sinner, il pubblico si accende al massimo per sostenere il giocatore 18enne. Non serve. Per l’altoatesino, arriva il primo set alla velocità della luca, lasciando a 0 Ymer, con Ace, tiri fortissimi e precisi e praticamente zero errori.

Nel successivo set, sempre break a Ymer e finale di set 4-2. Yannik Sinner è un rullo, non mette in difficoltà l’avversario, non lo lascia giocare. Scambi velocissimi e precisi che costruiscono sempre più sconforto allo svedese che si innervosisce anche con il proprio angolo, mentre Sinner impassibile continua a fare punti.

L’ultimo set, il terzo, pare ancora la fotocopia del primo, si arriva sul 3-0 con Ymer al servizio e 40 pari, dunque match point Sinner. Non va, ma nel successivo game con Yannik al servizio non c’è scampo e chiude con un rotondo 3-0.

Nulla da dire, perfetto, Sinner sbaglia pochissimo, domani si continua ed ora è già l’italiano è il primo finalista.