Home Prima Pagina Potenziato l’hub ferroviario di Rogoredo: previste cinquanta fermate dei Frecciarossa

Potenziato l’hub ferroviario di Rogoredo: previste cinquanta fermate dei Frecciarossa

rogoredo

Le Ferrovie dello Stato hanno annunciato di aver istituito cinquanta fermate del Frecciarossa con un aumento dei collegamenti e una serie di iniziative per migliorare l’offerta ferroviaria, in particolar modo durante i tre mesi di chiusura dell’aeroporto di Milano Linate. I collegamenti riguarderanno in particolar modo le Frecce di Trenitalia dalle principali stazioni di Milano (Centrale, Porta Garibaldi, Rogoredo) con Roma (Termini e Tiburtina). “Otto Frecce – spiega il comunicato – fermano in stazione già dal 9 giugno, altre 6 fanno tappa a Rogoredo dal 28 luglio. Durante lo stop dell’aeroporto Milano Linate, secondo le previsioni, circa 100mila passeggeri del trasporto aereo cambieranno le loro abitudini e sceglieranno di spostarsi con Trenitalia”.

Alla presentazione del nuovo servizio potenziato a Milano Rogoredo erano presenti l’Amministratore Delegato di FS Italiane Gianfranco Battisti insieme a Matteo Salvini, Vice Presidente del Consiglio e Ministro dell’Interno, Danilo Toninelli, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Stefano Bolognini, Assessore alle Politiche Sociali, Abitative Disabilità della Regione Lombardia e Anna Scavuzzo, Vice Sindaco e Assessore Sicurezza Comune di Milano.Presente anche il capo della Polizia, Franco Gabrielli, che ha parlato di quanto accaduto tra lo stesso Salvini e il reporter Valerio Lo Muzio alcuni giorni fa.

“In questa vicenda – ha detto Gabrielli – c’è solo una cosa che mi interessa e che sto approfondendo: se c’è stata una limitazione al diritto di informazione e cronaca. La vicenda dell’acqua scooter onestamente mi sembra un po’ amplificata, vi potrei portare decine di immagini di nostri mezzi che vengono utilizzati anche da ragazzini. Quindi questo mi interessa il giusto, mi preoccupa di più, e ho chiesto un approfondimento, quando c’è una limitazione al diritto di cronaca che ritengo debba essere posto al centro”.