Home Prima Pagina Autonomia, scontro continuo. Fontana: “Così non la firmiamo”

Autonomia, scontro continuo. Fontana: “Così non la firmiamo”

terapia

Non è ancora terminata la battaglia politica tra il governo e le regioni di Lombardia e Veneto riguardo al provvedimento sull’autonomia. I presidenti Attilio Fontana e Luca Zaia hanno infatti inviato una lettera al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

“L’autonomia è una sfida soprattutto per noi stessi e per le istituzioni che siamo chiamati a governare, Signor Presidente – si legge nella missiva -. Non avremo scuse se non riusciremo a realizzare i nostri progetti e i cittadini ci premieranno o puniranno. Per questo vogliamo una autonomia vera, non un pannicello caldo che produrrebbe ulteriori guai. L’autonomia, come scrissero i padri costituenti e i grandi maestri del diritto, è soprattutto responsabilità: chi non la vuole non ama rispondere davanti ai propri cittadini delle azioni politiche e amministrative messe in campo”.

Per questo entrambi hanno annunciato la volontà di non firmare al momento il provvedimento. “Al Presidente del Consiglio deve essere però chiaro – si legge ancora – che noi non firmeremo un accordo senza qualità come quello che per ora si sta profilando. Lei si assumerà la responsabilità quindi di aver negato quanto è stato chiesto da referendum, da milioni di elettori veneti e lombardi, da risoluzioni dei consigli regionali approvati all’unanimità”.