Home Prima Pagina “Campagna offensiva”, il Besta ferma i cartelloni per il 5×1000

“Campagna offensiva”, il Besta ferma i cartelloni per il 5×1000

Ha generato enormi polemiche la campagna pubblicitaria con cui l’Istituto Besta di Milano ha chiesto di donare il 5×1000 alla ricerca. Le associazioni Aipd, CoorDown, Coordinamento Down Lombardia e Ledha hanno deciso di denunciare la campagna “che ritrae un bambino con tratti tipici di persona con sindrome di Down, cui si accompagna il messaggio ‘Per curare il suo cervello ci serve il tuo aiuto’ e diffidano la Fondazione dal proseguire la diffusione della cartellonistica e delle immagini digitali, richiedono che nelle prossime 24 ore la campagna in oggetto venga rimossa e che venga dato atto di aver provveduto. Inoltre, le associazioni richiedono pubbliche scuse, in mancanza di questi atti concreti saranno costrette a ricorrere alle vie legali per far cessare tale campagna, richiedendo il riconoscimento dei danni compresi quelli d’immagine”.

La direzione del Besta ha accolto le richieste delle associazioni decidendo per la rimozione dei cartelloni.