Nasrin Sotoudeh, gli avvocati milanesi protestano davanti al consolato dell’Iran

    L’Ordine degli avvocati di Milano ha manifestato ieri davanti al Consolato generale dell’Iran a Milano per la condanna a 38 anni di carcere inflitta a Nasrin Sotoudeh, avvocatessa iraniana e attivista per i diritti umani.

    “E’ stata condannata a una pena elevatissima perché, evidentemente, difendeva persone che si riteneva non dovessero essere difese. Per gli avvocati è un dovere intervenire e protestare non solo quando vengono negati i più elementari diritti di difesa delle persone, ovunque si trovino, ma quando questa negazione dei diritti avvenga colpendo gli avvocati, ha dichiarato Vinicio Nardo, presidente dell’Ordine milanese – L’Iran è un grande e importante Paese e ho chiesto di incontrare il Console generale, il quale gentilmente mi riceverà. Gli porterò la nostra delibera, nella quale proponiamo anche di candidare Nasrin Sotoudeh al Premio Nobel per la Pace, e gli porterò il senso di questa manifestazione”.