Home Cronaca Restituiti alla Curia 5.000 dipinti trafugati

Restituiti alla Curia 5.000 dipinti trafugati

I carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale ha restituito all’Arcidiocesi di Milano cinquemila dipinti rubati e recuperati. Alla cerimonia hanno partecipato Monsignor Corrado Sanguineti, delegato episcopale per la Conferenza Regionale Lombardia e Vescovo di Pavia e il colonnello Alberto Deregibus, vicecomandante Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale. Si tratta di opere artistiche appartenenti a un periodo compreso tra il XV ed il XX secolo.

L’indagine è partita nel settembre 2015, i dipinti erano custoditi in due musei a Bergamo e Verbania, ricevuti gratuitamente da un donatore, Eugenio Cefis, che oggi è deceduto. Attualmente non risultano indagati. I due musei, allo stato attuale delle indagini, risultano infatti ignari di aver avuto delle opere detenute illegalmente e hanno entrambi collaborato con gli agenti. Tutte le opere sarebbero state trafugate negli anni ’60 in tantissime regioni italiane: Gli ex voto erano stati trafugati da luoghi di culto di Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Sardegna e Toscana.