Home Politica Il Prefetto nega a CasaPound le celebrazioni per i Fasci di combattimento

Il Prefetto nega a CasaPound le celebrazioni per i Fasci di combattimento

Il Prefetto di Milano ha bloccato la manifestazione che CasaPound stava organizzando a Milano per il centenario dalla nascita dei Fasci italiani di combattimento. “Per evidenti e gravi ragioni di ordine e sicurezza pubblica non sarà comunque consentita alcuna iniziativa in luogo pubblico che abbia carattere commemorativo o rievocativo”, si legge nel dispositivo della Prefettura, che ha comunque specificato di non aver ricevuto alcuna richiesta in merito.

Dopo le prime voci su una festa commemorativa da parte di CasaPound, a ribellarsi erano state le associazioni dei partigiani e il sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

“Siamo sollevati dal no della prefettura a qualsiasi iniziativa rievocativa o commemorativa della nascita dei fasci – scrive su Facebook il segretario di Milano Metropoli del Partito Democratico, Silvia Roggiani – Mentre qualcuno, ancora oggi, sostiene la bontà delle idee fasciste, è necessario condannare con ancora più fermezza qualsiasi rigurgito e isolare fenomeni pericolosi, che oggi rischiano di venire legittimati da conniventi silenzi da parte di autorevoli esponenti del nostro governo. Resta l’appello alla Questura: siamo al fianco dell’Anpi Provinciale di Milano nel chiedere che venga vietata ogni tipo di manifestazione al Cimitero Monumentale da parte di squadristi neri. Non tolleriamo oltraggi a Milano, città medaglia d’Oro alla Resistenza”.