Devastazioni “No Expo”, vanno a processo anche quattro poliziotti per falsa testimonianza

    Polizia

    Non ci sono solo i devastatori visti per le strade della città di Milano a processo per i fatti risalenti al 1° maggio 2015, quando la città fu messa realmente a ferro e fuoco da un’ondata nera di criminali che ruppero vetrine e imbrattarono i muri nella zona di via Carducci e dintorni. Tra gli imputati figurano infatti anche quattro poliziotti accusati di falsa testimonianza. Rischiano sei anni di carcere per aver incolpato Mirko Leone, un ragazzo di 27 anni, di aver scagliato un sasso contro il vicequestore Angelo De Simone.

    Il giudice per le indagini preliminari Raffaella Mascarino ha respinto la richiesta di archiviazione del pubblico ministero Marcello Musso. Altri otto poliziotti erano stati assolti lo scorso luglio dal reato di falso ideologico e calunnia.

    I cinque ragazzi greci accusati di devastazione per quanto accaduto in quelle stesse ore dovranno invece affrontare la prossima udienza il 19 marzo.