Home Cronaca Botti di Capodanno, 23enne perde una mano

Botti di Capodanno, 23enne perde una mano

Gravissimo incidente nella notte di Capodanno a Cesate a causa dei botti. Un ragazzo di 23 anni, mentre si apprestava a far esplodere un petardo, è stato colpito da una inaspettata deflagrazione, che gli ha causato numerose lesioni. Ricoverato nell’ospedale di Niguarda in prognosi riservata, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico ed ha subito l’amputazione di un avambraccio.

L’incidente è avvenuto a cavallo della mezzanotte, quando il giovane ha cercato di utilizzare il petardo di grandi dimensioni all’interno di un grosso tubo di plastica, probabilmente per creare una sorta di mortaio fatto in casa. Il rudimentale ordigno è inaspettatamente esploso investendo il 23enne, che ha riportate diverse e gravi ferite. Oltre all’amputazione dell’avambraccio e della mano sinistre, ha perso alcune dita dell’altra mano, ha riportato la frattura della teca cranica, ustioni al volto, agli occhi e all’inguine.

Si tratta dell’incidente più grave tra quelli avvenuti nella città metropolitana di Milano a causa dei Capodanno.