Home Arte e cultura Festa “esagerata” a casa Jannacci

Festa “esagerata” a casa Jannacci

enzo-jannacci

La festa “esagerata”, in onore del grande artista, avrà luogo a casa Jannacci. L’antico dormitorio comunale di via Ortles, struttura a gestione pubblica per senza dimora, è il più grande e storico d’Europa; domani sarà aperto al pubblico per trascorrere un pomeriggio di festa.

“Casa Jannacci è un luogo molto importante per noi che ha saputo negli anni mantenere la sua identità e contemporaneamente trasformarsi per adeguarsi alle esigenze sempre più complesse dei senza fissa dimora. Questa festa sarà un’occasione per presentare alla città il prezioso lavoro svolto dagli operatori del Comune di Milano e per avvicinare ancora di più i milanesi, già molto generosi e accoglienti, alla comunità del dormitorio più antico d’Europa e alle persone che lo abitano”.

Ha dichiarato l’assessore alle Politiche sociali, Salute e Diritti

Pierfrancesco Majorino.

Organizzata dal Comune di Milano, sotto la direzione artistica di Smemoranda presenterà un ricco programma che inzierà a tavola alle ore 12:00.

Un pranzo che vedrà la partecipazione di circa 500 persone tra ospiti e amici di casa Jannacci (entro la giornata di oggi sarà possibile, per chi volesse partecipare, inviare una e-mail all’indirizzo iniziative.sociali@comune.milano.it) e dalle ore 15:00 in programma tantissime attività ricreative e culturali. Uno spazio espositivo verrà allestito per ospitare tre mostre: “Homelessness”, ritratti degli ospiti di casa Jannacci dipinti in momenti di vita quotidiana; “Noi e gli altri”, allestita dagli studenti della scuola primaria del plesso di via Vallarsa dell’istituto comprensivo Marcello Candia; “ I colori ritrovati”, che vede l’esposizione di lavori realizzati dagli ospiti del centro diurno di Casa Jannacci.

Un altro spazio verrà dedicato alla lettura e sarà presento il libro “Una storia sbagliata” di Beppe Stoppa, il quale narra la storia di persone che sono passate per la Casa.

Inprimit” è un’installazione che permetterà ai visitatori di realizzare un fregio oltre ad iniziative studiate appositamente per i bambini e saranno inoltre presenti diversi stand di associazioni, cooperative, aziende e centri socio ricreativi culturali.