Home Cronaca Milano Zona 5 Benvenuta Piazza Olivetti!

Benvenuta Piazza Olivetti!

piazza Olivetti

“Con questa inaugurazione viviamo davvero un momento speciale per Milano e per più di un motivo. Innanzitutto, sorprendentemente, la città non aveva ancora intitolato un luogo ad Adriano Olivetti, imprenditore straordinario, grazie al quale l’Italia è diventata un Paese più moderno e competitivo. Olivetti è stato un uomo concreto e giusto capace di legare, in un’unica visione divenuta poi un modello, l’efficienza aziendale alla crescita personale dei dipendenti. Il secondo motivo è evidente ed è proprio davanti ai nostri occhi: la città e in particolare questo quartiere, in forte trasformazione, acquisiscono un nuovo spazio di aggregazione realizzato da Beni Stabili, incastonato tra la Fondazione Prada, il quartier generale di Fastweb e poco distante dal nuovo campus Bocconi. È la città che diventa più bella e lo fa in ogni sua zona riqualificando, con il contributo dei privati, luoghi dismessi e collegando complessi residenziali già esistenti a nuovi edifici polifunzionali. Infine tutto questo avviene nel segno del verde e della rigenerazione urbana a cui si ispira il nostro nuovo Piano di Governo del Territorio. La Milano Green Week, che apriamo con questa inaugurazione, sarà l’occasione per donare ai milanesi altre due nuove piazze, un parco e alcuni giardini, un anticipo di ciò che stiamo facendo sul sistema piazze e parchi della città”.

Afferma il sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Piazza Adriano Olivetti fa parte del progetto Symbiosis di Beni Stabili che sta trasformando l’ex area industriale adiacente la Fondazione Prada in un nuovo distretto smart. La piazza di 13mila mq ospita: 45 alberi (Prunus padus), vasche d’acqua, un giardino ruderale con erbacee e vegetazione spontanea, panchine, fontane, sistema wi-fi e 2 totem multimediali per dare informazioni pubbliche utili ai cittadini.

Ha dichiarato l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran:

“Da oggi il quartiere ha un nuovo luogo di socialità e aggregazione. La qualità progettuale e la fruibilità di una piazza possono diventare elementi fondamentali per la qualità della vita in città, lo abbiamo visto pochi giorni fa in piazza Dergano, lo vedremo sabato in piazza Angilberto II, ma pensiamo anche ad altri luoghi nati o riqualificati e diventati in poco tempo punti di riferimento per i milanesi, come Rimembranze di Lambrate, Gae Aulenti, Tre Torri, Beccaria, Liberty. La valorizzazione dello spazio pubblico è anche uno degli obiettivi per Milano 2030, che prevede la rigenerazione di alcune delle maggiori piazze lungo la 90/91”.

Symbiosis rientra nel progetto europeo di ricerca e innovazione “Sharing Cities” che ha l’obiettivo di realizzare in zona Romana-Vettabbia un quartiere ‘smart’ a emissioni ‘quasi’ zero per migliorare la vita quotidiana dei suoi abitanti.