Home Milano In Città Quattordicenne trovato morto a Milano, vittima di una “blackout challenge”

Quattordicenne trovato morto a Milano, vittima di una “blackout challenge”

stalking

Un’incredibile tragedia ha sconvolto pochi giorni fa una famiglia di Milano. Quella di Ramon Maj, esperto scalatore, della moglie e dei figli. Uno di loro, il 14enne Igor Maj, è stato trovato senza vita nella casa milanese della famiglia. Secondo quanto appurato dagli investigatori e dai medici, sarebbe morto per aver partecipato a una “blackout challenge”, una bravata che consiste nell’autostrangolarsi fino a perdere i sensi, nella folle certezza di risvegliarsi. Igor, forse spinto al gesto da un folle gioco in rete, non si è risvegliato.

I genitori, dopo la tragedia, hanno pubblicato un appello sui social che ha avuto grande eco: “Fate il più possibile per far capire ai vostri figli che possono sempre parlare con voi, qualunque stronzata gli venga in mente di fare devono saper trovare in voi una sponda, una guida che li aiuti a capire se e quali rischi non hanno valutato. Noi pensiamo di averlo sempre fatto con Igor, eppure non è bastato. Quindi cercate di fare ancora di più, perché tutti i ragazzi nella loro adolescenza saranno accompagnati dal senso di onnipotenza che se da una parte gli permette di affrontare il mondo, dall’altra può essere fatale”.