Home Arte e cultura “Avevo 20 anni”: la nuova mostra di Cramum ricorda Lucio Fontana

“Avevo 20 anni”: la nuova mostra di Cramum ricorda Lucio Fontana

Regione Lombardia insieme a Comune di Varedo, Fondazione Cure Onlus e Fondazione la Versiera presenta a Villa Bagatti Valsecchi di Varedo dal 15 al 30 settembre la mostra internazionale “Avevo 20 anni” e la 6° edizione del premio CRAMUM per giovani artisti in Italia.
Il tempo scorre, gli anni passano ma l’uomo di oggi sembra non accettarne i segni sulla propria pelle.
La mostra, a cura di Sabino Maria Frassà, verrà inaugurata sabato 15 Settembre 2018 alle ore 18:00 dove verrà proclamato anche il vincitore del 6° premio CRAMUM per l’arte contemporanea in Italia.
Così il Direttore del progetto no profit Cramum vuole spiegarne la nascita: “Ho voluto porre l’attenzione sul significato dell’essere giovani e del passare del tempo a 50 anni dai moti studenteschi del 1968 e della morte di Lucio Fontana. Viviamo in una società eternamente giovane, che, se da un lato fatica ad accettare l’invecchiamento biologico, dall’altro invecchia sempre di più e sempre più a lungo. Se dal 1968 proviene questa attitudine socio-culturale a ripudiare la vecchiaia intesa come maturità e responsabilità, la vita di Fontana dimostra invece come si possa essere maestri, rivoluzionari, giovani e contemporanei ad ogni età (anagrafica) della vita”.
Lucio Fontana, un’artista che non ha voluto più riprodurre oggetti nel modo tradizionale ma che ha provato, riuscendoci con straordinari risultati, a riprodurre il reale attraverso il sentire contemporaneo. Andando oltre il materiale ha plasmato lo spazio fondendo attraverso il tempo e la luce il nostro modo di vedere le cose. L’artista attraverso l’arte, noi nella vita di tutti i giorni, alzando gli occhi al soffitto e rincorrendo quella strana sensazione di perdizione che a volte tende a stranirci.
La mostra presenta 19 artisti di fama internazionale: Ivan Barlafante, Yuting Cheng, Alberto di Fabio, Francesco Fossati, Marta Galbusera, Daesung Lee, Giulia Manfredi, Franco Mazzucchelli, Ryts Monet, Marcello Morandini, Maria Teresa Ortoleva, Noa Pane, Francesca Piovesan, Diego Randazzo, Marika Ricchi, Zheng Rong, Andreas Senoner, Rob van den Berg, Maria Wasilewska. Per il progetto uscirà anche un volume intitolato “Avrò sempre vent’anni 1968 – 2018” (Editrice Quinlan).