Home Musica Musica del Settecento fra Europa e Cina

Musica del Settecento fra Europa e Cina

Musica del Settecento

Il prete Lazzarista Teodorico Pedrini (1671 –1746) e il gesuita francese Joseph Marie Amiot (1718 – 1793), entrambi missionari in Cina, autori di notevole spessore sono stati i primi ad introdurre la musica occidentale in Cina. Un incontro musicale tra Oriente ed Occidente, quello di domenica 2 settembre, l’Ensemble Alraune eseguirà le composizioni dei due autori.

Del gesuita italiano, quasi certamente allievo di Corelli e insegnante dei tre figli dell’Imperatore Kangxi, saranno eseguite la Sonata Terza e Quarta da “Le dodici Sonate a Violino Solo col Basso, Opera Terza” firmate con l’anagramma “Nepridi. Verrà eseguita inoltre La Suite di Amiot la quale rappresenta una testimonianza preziosa della musica cinese dell’epoca e dell’incontro tra strumenti musicali occidentali e melodie orientali.

L’ensemble Alraune (Stefano Zanobini, violino e viola; Rosita Ippolito, viola da gamba; Mario Sollazzo, clavicembalo e tamburo; Fabiano Merlante, tiorba, arciluto e chitarra barocca; Barbara Tartari, traversiere) specializzato nel repertorio barocco si esibisce con strumenti originali ed è una delle rare formazioni in Italia che propone il repertorio di Teodorico Pedrini.
Attorno a Mario Sollazzo e Stefano Zanobini ci sono musicisti, registi, coreografi, danzatori, attori, light designer, costumisti che collaborano ad ogni progetto.

Alraune ha inciso i CD “Domenico Scarlatti, Sonate”, “Dario Castello, Sonate concertate libro primo” contenente la prima registrazione integrale di questi capolavori del Seicento italiano. La mostra-concerto “Voci del ghetto” è stato premiato con la Medaglia del Presidente della Repubblica, Alraune ha prodotto la messa in scena “Il Combattimento” basata sul Combattimento di Tancredi e Clorinda di Monteverdi e l’opera “Le Fate” realizzata per il Festival Ekhof in Germania e la realizzazione del film dell’opera e del documentario per la regia di Anton Giulio Onofri. Entrambi in programmazione su SKY Classica HD.
Ingresso gratuito con prenotazione

Per motivi di sicurezza, al momento dell’ingresso a Palazzo Marino, è obbligatorio mostrare un documento di riconoscimento.

80 biglietti gratuiti potranno essere riservati online a partire dalle 14.00 di giovedì 30 agosto.

40 biglietti gratuiti saranno disponibili presso InfoMilano – Ufficio Informazioni Turistiche a partire dalle ore 14.00 di giovedì 30 agosto. Per ritirare i biglietti cartacei è necessario comunicare il proprio nominativo e quello del proprio accompagnatore. Sarà possibile ritirare fino a due biglietti a persona.

InfoMilano – Ufficio Informazioni Turistiche

Galleria Vittorio Emanuele angolo Piazza della Scala