Home Milano Zona 1 Wired Next Fest a Milano 2018

Wired Next Fest a Milano 2018

Dal 25 al 27 maggio presso i Giardini Indro Montanelli di Milano  si svolgerà il Wired Next Fest 2018. 

Il Wired Next Fest, giunto alla sua sesta edizione,  è il più importante festival italiano che celebra e racconta la scienza, la tecnologia, il business, la rete, la ricerca, l’innovazione sociale, la voglia di cambiamento e l’evoluzione, come elementi chiave per lo sviluppo economico, culturale e politico del mondo.

L’obiettivo della manifestazione è  stimolare un confronto attraverso interviste, panel, keynote, workshop, laboratori, exhibit, performance artistiche e concerti, grazie alla partecipazione di esperti e opinion leader di rilievo nazionale e internazionale.

Il Focus di questa edizione è Contaminazione.

Il primo giorno approfondirà il tema del Talento: le tecnologie digitali impongono la ridefinizione delle competenze all’interno delle aziende e dei singoli sul mercato del lavoro, creando una contaminazione tra figure professionali che prima non si parlavano e che ora si fondono addirittura in una.

Anche quest’anno ci sarà la partecipazione di numerosi opinion leader, artisti, scienziati, filosofi e politici, come Chelsea Manning, Walter Isaacson, Kate Crawford, Mitchell Baker e molti altri.

La manifestazione sarà caratterizzata anche da diversi concerti gratuiti che vedrà per protagonisti  Jungle, Calibro 35, Robin Schulz, Gemitaiz.

Oltre ai concerti in programma il 25 e il 26 maggio, il pubblico del Wired Next Fest potrà inoltre assistere a eventi unici ed esclusivi presso il Planetario dei Giardini Indro Montanelli: si chiamano “Musica e parole sotto le stelle” e sono incontri speciali in cui gli artisti si racconteranno attraverso la loro voce e il loro repertorio musicale.

Negli anni il Wired Next Fest è diventato un appuntamento di riferimento imperdibile per pubblico e partecipanti, al punto da far quintuplicare le presenze solamente negli ultimi 5 anni. Nel 2017, infatti, ha contato oltre 150mila partecipanti, più di 850mila utenti hanno preso parte al Wnf via streaming e migliaia di studenti milanesi hanno seguito con curiosità e attenzione gli oltre 200 relatori che sono intervenuti.