Home Città Metropolitana Cronaca Frode da 95 milioni di euro, 21 in manette in sei province...

Frode da 95 milioni di euro, 21 in manette in sei province italiane

rifiuti

Maxi-operazione per la Guardia di finanza nelle province di Milano, Monza e Brianza, Lecco, Bologna, Asti e Reggio Calabria all’interno di un’inchiesta riguardante una frode fiscale da 95 milioni di euro. Ventuno persone sono finite agli arresti a seguito del lavoro svolto dalla Guardia di Finanza e dalla Procura di Monza, dieci di queste sono in carcere. Le accuse sono associazione a delinquere finalizzata a reati tributari e fallimentari, trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio e corruzione.

Secondo le prime informazioni tra le persone raggiunte dal provvedimento ci sarebbero anche un ex magistrato e due avvocati. Facevano parte, assieme alle altre personalità coinvolte, di un gruppo creato appositamente per frodare il fisco attraverso l’emissione di false fatture, riconducibili a una società in mano all’imprenditore calabrese Giuseppe Malaspina, residente nella provincia di Monza e Brianza. A far partire le indagini un esposto presentato da una lista in un consiglio comunale della provincia brianzola riguardante le presunte irregolarità alla base di alcuni lavori pubblici.