Home Fiere Miart 2018 : “Il presente ha molte storie”

Miart 2018 : “Il presente ha molte storie”

miart
Dal 13 al 15 aprile 2018 presso Fieramilanocity, al padiglione 3, tornerà come tutti gli anni, la fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea di Milano giunta alla sua ventitreesima edizione.
Organizzata da FieraMilano e diretta per il secondo anno da Alessandro Rabottini, con il sostegno di Intesa San Paolo, questa nuova edizione 2018, consolida i risultati progressivamente raggiunti negli anni ed entra in una fase di maturità.
Il dialogo tra atre moderna, arte contemporanea e design da collezione, con la presenza di opere che spaziano dai primi del Novecento fino alle più recenti esperienze internazionali, con espositori ed operatori in continua crescita e provenienti da tutto il mondo, rendono questo evento un modello che ha contribuito allo sviluppo attuale di Milano come capitale della creatività, dove galleristi, collezionisti, curatori ed artisti trovano un solido e florido terreno sul quale confrontarsi.

La proposta di quest’anno vedrà un 40% in più di gallerie estere (circa 75 su 184 totali), provenienti da 19 paesi oltre l’Italia, tra i quali Austria, Belgio, Brasile, Canada, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, Hong Kong, Israele, Romania, Spagna, Sudafrica, Stati Uniti, Svizzera, Turchia ed Ungheria.

Miart rappresenta anche l’unica fiera ad avere al proprio interno una sezione dedicata al design d’autore e da collezione, infatti, nella sezione ‘Object’ viene confermata la partecipazione di influenti gallerie e di nuovi ingressi internazionali tra cui l’Amman Gallery di Colonia, l’Atelier Jespers di Bruxelles, Elisabetta Cipriani Wearable Art di Londra,la Galleria Rossellae molte altre.

Saranno sei le sezioni che contraddistingueranno i circa 200 espositori della fiera, divise tra :

1 – Established divisa a sua volta tra Contemporary e Master (124 espositori : 79 + 45)

2 – Emergent (20 gallerie internazionali focalizzate sulla ricerca di giovani generazioni)

3 – Generations (8 coppie di gallerie con 2 artisti di differenti generazioni)

4 – Decades (9 gallerie del ventesimo secolo scansionato per decadi)

5 – On Demand (installazioni e wall paintings)

6 – Object (14 gallerie di design contemporaneo)