Home Milano Zona 3 Un eschimese in Amazzonia al Campo Teatrale

Un eschimese in Amazzonia al Campo Teatrale

Un eschimese in Amazzonia andrà in scena al Campo Teatrale dal 20 al 25 marzo alle ore 21:00 (domenica 18:30).

Lo spettacolo pone al centro il confronto tra la persona transgender (l’Eschimese) e la società (il Coro), fino ad arrivare al paradosso che l’Eschimese si stanca di raccontare sé stesso.
La società segue le sue vie strutturate e l’Eschimese si trova, letteralmente, ad improvvisare, perché la sua presenza non è prevista.
Il Coro parla all’unisono, attraverso una lingua musicale e ritmata, usando una gestualità scandita e dando vita ad una società ipnotica, veloce, superficiale, a rischio di spersonalizzazione.
Anche l’Eschimese è parte degli stessi stereotipi della sua contemporaneità ed è un personaggio autentico proprio perché rappresenta la propria inautenticità di abitante del suo tempo. Il titolo Un eschimese in Amazzonia è tratto da una citazione dell’attivista e sociologa Porpora Marcasciano che evidenzia l’incapacità della società di andare oltre il modello binario di sesso/genere, omosessuale/eterosessuale, maschio/ femmina e che quindi racconta come la vita venga pregiudicata quando invece potrebbe essere serena e tranquilla.

Liv Ferracchiati, che in scena rimarca evidenti risvolti autobiografici, ha iniziato la ricerca dei materiali per questo progetto nel 2013, e ha collezionato interviste a molti uomini e donne transgender, a studiosi, a scienziati e a persone qualsiasi che non sapevano assolutamente nulla sull’argomento.

Lo spettacolo è vincitore del Premio Scenario 2017.