Home Cronaca Incidente Pioltello: perquisite le sedi di Rfi e Trenord

Incidente Pioltello: perquisite le sedi di Rfi e Trenord

Continuano le indagini degli inquirenti dopo il disastro ferroviario di Pioltello che è costato la vita a tre donne a causa del deragliamento di un treno sulla tratta tra Cremona e Treviglio. La Polver di Milano ha attuato le dovute perquisizioni, utili per acquisire i documenti necessari, sia nella sede di Milano di Trenord che in quella di Roma della Rete Ferroviaria Italiana.

I dirigenti delle due società, quattro persone in tutto, sono al momento gli unici inseriti nel registro degli indagati, insieme alle aziende per la legge sulla responsabilità amministrativa. Secondo quanto trapelato, oltre ai documenti, sono stati acquisiti dati informatici che dovranno aiutare a capire in quale stato versassero le casse e se è stato tralasciato qualcosa a livello di investimenti sulla manutenzione e sulla sicurezza.

Di ieri la notizia del volantino affisso per ordine della Procura di Milano in tutte le stazioni della tratta in cui “si invitano cortesemente tutti i passeggeri presenti sul treno n. 10452 al momento del sinistro ferroviario del 25 gennaio a prendere contatti con la sezione di polizia giudiziaria della procura scrivendo alla mail: maurizio.ghezzi@giustizia.it oppure chiamando il numero di telefono 02/88.45.68.93 (centrale operativa polizia locale di Milano) lasciando i propri recapiti in modo da essere contatattati”.