Home In evidenza Tre città italiane superano i livelli d’inquinamento consentiti

Tre città italiane superano i livelli d’inquinamento consentiti

Torino, Milano e Napoli sono le città europee con un tasso elevato di smog.

I valori peggiori per concentrazione media annuale di polveri sottili (Pm10) si registrano a Torino (39 ), Milano (37) e Napoli (35). Seguono Siviglia, Marsiglia e Nizza dove la concentrazione media annuale è di 29. Secondo un’elaborazione fatta da Legambiente la situazione in queste quattro città italiane non è cambiata nel corso degli anni. L’allarme d’inquinamento atmosferico è elevato.
Tutte le città italiane incluse nel rapporto di Legambiente superano il valore di 20 microgrammi/mc come media annua indicato dall’Oms per la salvaguardia della salute umana.  Queste cifre rappresentano vere e proprie infrazioni. Il dossier “Mal’aria di città 2018” contiene una scheda sulle città europee che analizza anche l’emergenza smog in Italia nel 2017, e sarà pubblicato lunedì 29, prima della riunione di martedì 30 gennaio, a Bruxelles, convocata dal Commissario Ue per l’ambiente Karmenu Vella. Alla riunione saranno presenti anche  i ministri di nove Stati membri, tra cui Gianluca Galletti per l’Italia, sotto procedura di infrazione. Repubblica ceca, Germania, Spagna, Francia, Ungheria, Romania, Slovacchia, Regno Unito e Italia sono sotto procedure di infrazione per aver superato i limiti di inquinamento concordati. Questo è l’ultimo incontro  che mira a garantire la messa in pratica di misure efficaci, altrimenti la Commissione procederà con azioni legali rinviando tali Stati membri alla Corte di giustizia.