Home Milano In Città Caso Antinori, la Procura di Milano chiede 9 anni

Caso Antinori, la Procura di Milano chiede 9 anni

antinori

Nove anni di carcere. E’ quanto ha chiesto oggi la Procura di Milano nel procedimento contro Severino Antinori, il ginecologo di Teramo accusato di aver prelevato forzatamente otto ovuli a un’infermiera spagnola nell’aprile 2016 alla clinica Matris di Milano.

“Per il suo ruolo preminente nella vicenda e perché è protagonista di gravi reati” i pubblici ministeri Maura Ripamonti e Leonardo Testi hanno chiesto durante la requisitoria odierna in Tribunale di non riconoscere all’imputato le attenuanti generiche, da qui l’ampiezza della pena. Per Antinori è stata chiesta anche una condanna a 3.000 euro di multa, mentre per la segretaria Bruna Balduzzi è stata richiesta una pena di 6 anni di carcere e 2000 euro di multa.

Altre richieste sono arrivate a carico dell’anestesista Antonino Marcianò (5 anni e 1.800 euro di multa) e Gianni Carabetta (stessa richiesta di Marcianò per tentata estorsione in concorso con Antinori).