Home Milano In Città Ambulanti abusivi, giro di vite del Comune

Ambulanti abusivi, giro di vite del Comune

Il Comune di Milano ha avviato un giro di vite per colpire gli ambulanti morosi all’interno dei mercati rionali sul territorio milanese. Sono 105, in tutto, quelli che non potranno più lavorare perché colpiti da un avviso di sfratto. Libereranno un totale di 340 posti tra i vari mercati.

Molti altri hanno invece dovuto corrispondere al comune la tassa per l’occupazione del suolo pubblico e per lo smaltimento rifiuti che era rimasta in arretrato negli anni passati, oppure hanno strappato un accordo per rateizzare, pena la cancellazione della licenza. Esattamente quanto avvenuto a chi ha evitato di rispondere ai solleciti di pagamento, partiti ormai nel 2016 e che davanti alle mancate risposte hanno visto il Comune agire con l’esclusione dai mercati.

Un’operazione che, secondo quanto scrive oggi “La Repubblica”, non avveniva da una ventina d’anni e che l’assessore al lavoro del Comune di Milano, Cristina Tajani, ha definito “una questione di equità”.