Home Mobilità Aumenti in vista dei pedaggi autostradali

Aumenti in vista dei pedaggi autostradali

pedaggio autostradale

Previsto un aumento del pedaggio autostradale per il 2018. Entrano in vigore infatti gli adeguamenti previsti dal ministero dei Trasporti, che alzano in media i costi per gli automobilisti del +2,74%, mentre lo scorso anno la crescita era appena dello 0,77%.

In alcuni tratti, però, l’aumento è molto più consistente della media, come sulla Rav, Aosta Ovest-Morgex, dove la tariffa sarà del +52,69% sulla tratta Torino-Milano il costo dell’autostrada cresce dell’8,34% e del +13,91 sulla Milano Serravalle. Torino e Milano sono le città più colpite dagli aumenti.

Sulle altre tratte, specialmente al Nord, l’aumento sarà più consistente: i rincari sono dell’1,67% per il Brennero, del 2,08% per la Brescia-Padova, dello 0,98% per l’Autostrada dei fiori (Genova-Ventimiglia), del +2,10% per la Salt (Sestri Levante-Livorno e La Spezia-Parma), dell’1,33% per la Sat (Livorno-Civitavecchia).

La Brescia-Bergamo-Milano aumenta la tariffa autostradale del 4,69%; sulla Tangenziale est di Milano l’aumento è del 2,70%; a Pedemontana Lombarda è dell’1,70%, mentre aumenta dell’1,67% la Torino-Piacenza e del 2,79% la Torino-Savona.

In altre zone, invece, gli aumenti sono inferiori ma non indifferenti per le famiglie e le aziende di trasporti, considerando che l’aumento è in media superiore all’inflazione del nostro paese. Ventiquattro sono le concessionarie interessate all’aggiornamento delle tariffe.