Home Arte e cultura Capolavori dalle zone del terremoto al Museo Diocesano

Capolavori dalle zone del terremoto al Museo Diocesano

Museo diocesano terremoto

56 tesori della grande tradizioni pittorica del centro Italia sono in mostra a Milano, per sopperire alla persistente inagibilità di musei e pinacoteche nelle Marche.

Ma lo scopo ulteriore è quello di sensibilizzare il pubblico milanese e nazionale a quanto si rischia di perdere abbandonando quelle zone all’inedia post terremoto.

Il titolo della mostra è “Capolavori Sibillini. Le Marche e i luoghi della bellezza”, organizzata dalla Rete Museale dei Sibillini, con opere di grandi maestri come Perugino, Giaquinto, Crivelli, Unterberger e molti altri, che documentano un periodo che va dal ‘400 fino a ‘700 inoltrato.

La selezione di capolavori proviene da cinque comuni marchigiani (Loro Piceno, Montalto, Montefortino, San Ginesio, Sarnano).

“E’ un modo per dare una giusta valorizzazione e una giusta cura a queste opere che, dopo il sisma, hanno bisogno di visibilità e attenzione”,

ha spiegato Daniela Tisi, curatrice dell’allestimento insieme a Vittorio Sgarbi.