Home Lavoro EMA, Milano beffata al sorteggio

EMA, Milano beffata al sorteggio

Termina con una grande delusione la votazione per assegnare la nuova sede dell’Agenzia europea del farmaco. Milano, favorita e forte di una candidatura autorevole e di livello assoluto, per quelle che sono le esigenze di una organizzazione come l’EMA, perde l’assegnazione in favore di Amsterdam per via di un semplice sorteggio, come d’altronde prevede il regolamento europeo.
Dopo aver condotto in testa le votazioni di tutti i vari turni nei quali è suddivisa una votazione di questo tipo, all’ultima e decisiva le due città hanno riportato lo stesso numero di voti, 26. A questo punto è stata la volta del sorteggio, della pura fortuna, che ha sorriso alla città olandese.
Grande delusione nelle istituzioni cittadine, nei promotori e in tutta la città, anche perché il profilo di Milano sembrava migliore per l’EMA rispetto ad Amsterdam, che ad esempio non ha ancora nemmeno costruito la sede che ospiterà l’agenzia. Sfuma così, tra le altre cose, l’indotto annuo previsto dalla presenza dell’EMA, calcolato in 1,7 miliardi di euro.