Home Mobilità Biciclette in “contromano”: esperimento del Comune in via Brera

Biciclette in “contromano”: esperimento del Comune in via Brera

E’ un metodo utilizzato in diverse città europee per incentivare e migliorare la circolazione dei velocipedi e trova finalmente spazio a Milano, anche se ancora in forma molto limitata. Si tratta della regolamentazione del senso di marcia inverso al senso unico delle auto. La strada dove è divenuto effettivo è per ora solo una, via Brera appunto. Comunque il Comune ha stabilito i requisiti necessari per attuarlo anche in altre vie: larghezza della via di almeno 4,5 metri; presenza di al massimo una fila di parcheggi (su un solo lato quindi); limite massimo di velocità nella strada in questione di 30 km/h.
La richiesta di un tale provvedimento era stata avanzata già da diverso tempo da Fiab Ciclobby, anche per permettere, con l’utilizzo in via Brera del senso unico inverso, di completare un percorso ciclabile che collega il naviglio della Martesana a piazza della Scala. Ora le nuove strisce bianche sul pavé delimitano la circolazione delle bici e i cartelli all’inizio del senso vietato alle auto indicano “eccetto velocipedi”. Soddisfazione da parte dei ciclisti naturalmente e qualche lamentela da parte dei (pochi) automobilisti che passano da questa strada. Bisognerà farci l’abitudine, come per ogni innovazione.