Milano-Meda, i tre ponti superano le prove di carico

I dati presentati oggi in Provincia

Le prove di carico effettuate nelle scorse settimane sui tre ponti della Milano-Meda hanno dato esito positivo. Nella sede della Provincia si è tenuto oggi l’incontro in cui sono stati illustrati i dati delle prove eseguite sui ponti n. 12 in via Manzoni e n. 14 in Via San Benedetto a Cesano Maderno e sul ponte n. 26 sullo svincolo di Meda. “Ritengo che in diversi oggi debbano sentirsi in dovere di chiedere scusa alle migliaia di cittadini che ogni giorno percorrono la Milano-Meda perché in una situazione molto complessa era ed è necessario che ognuno svolga la propria parte con responsabilità – ha detto il presidente della Provincia, Roberto Invernizzi -. Noi lo abbiamo fatto proseguendo il percorso avviato, con la necessità di prendere decisioni sulla base di elementi oggettivi, nella massima trasparenza ed assumendoci le nostre responsabilità. Oggi confermiamo che non c’è mai stata una situazione di emergenza su quei ponti della Milano-Meda che tanto hanno allarmato la stampa nell’ultimo mese”.

Invernizzi ha aggiunto che “esiste una situazione di criticità dei manufatti dovuta all’usura che conosciamo molto bene e che stiamo monitorando con attenzione dal 2016, anno in cui la Provincia ha preso in gestione la superstrada. Monza e Brianza è una delle poche province che nonostante i tagli alle risorse ha attivato una campagna di ispezione dei ponti di tutta la rete provinciale per raccogliere tutte le informazioni necessarie a pianificare gli interventi di manutenzione, soprattutto nel segno della prevenzione. Ringrazio tutti i tecnici provinciali ed i tecnici delle società incaricate che lavorano con professionalità ed impegno per dare risposte certe ai cittadini”.