Accoltella un connazionale, scappa ma torna in Italia per amore: arrestato

Il ragazzo, 21 anni, è accusato di tentato omicidio

La Polizia di Stato di Milano ha arrestato un ragazzo di 21 anni, originario del Marocco, bloccato a seguito di un’ordinanza di custodia cautelare. E’ ritenuto il responsabile del tentato omicidio ai danni di un connazionale di 32 anni, risalente al 4 giugno scorso in via dei Cinquecento nella metropoli milanese. L’uomo aveva accoltellato l’aggredito ed era poi fuggito, fino a raggiungere la Spagna. Ha però lasciato la fidanzata in Italia e per questo motivo è tornato nel nostro Paese, mentre gli investigatori lo tenevano d’occhio. E’ stato quindi arrestato.

Secondo quanto appurato nelle indagini degli agenti del Commissariato Mecenate il ragazzo, che ha dei precedenti per spaccio di droga, si trovava il 4 giugno all’interno di un palazzo, in uno spazio utilizzato illegalmente come abitazione. L’aggredito sarebbe entrato entrato e avrebbe trovato lui e la fidanzata 17enne in atteggiamenti intimi. Li avrebbe quindi redarguiti, anche perché in concomitanza con il Ramadan. La lite successiva si era però conclusa con l’accoltellamento.