Festa Lealtà e Azione, interrogazione di Liliana Segre a Salvini: “Inaccettabile”

La senatrice a vita contro gli spazi al gruppo di ispirazione neonazista

La senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta ai campi di concentramento, ha presentato un’interrogazione parlamentare urgente al ministro dell’Interno, Matteo Salvini, per fermare la festa di Lealtà e Azione, gruppo di ispirazione neonazista, prevista oggi e domani ad Abbiategrasso.

“Premesso che nei giorni di venerdì 6 e sabato 7 luglio 2018 è prevista in località Abbiategrasso, entro l’area metropolitana di Milano, una festa della organizzazione ‘Lealtà e Azione’, raggruppamento di chiara ispirazione neonazista e razzista; al raduno risultano inopinatamente concessi spazi pubblici presso la locale fiera cittadina. La Repubblica democratica nata dalla Resistenza non può accettare forme di manifestazione in cui vengano programmaticamente diffusi messaggi e simbologie dichiaratamente razziste, xenofobe e apologetiche del fascismo; che di questo sentimento di ripulsa per l’iniziativa si sono fatte interpreti svariate organizzazioni antifasciste e della società civile dall’Anpi, all’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, ai sindacati Cgil-Cisl-Uil, alle Acli e a numerosi partiti democratici”. Domani alle 15 in Piazza Castello ad Abbiategrasso è previsto un presidio antifascista indetto da Anpi, Aned, sindacati e comunità ebraiche.