Frasi contro la scuola, Tribunale di Milano riammette bimba espulsa

Il Tribunale di Milano ha riammesso nella scuola dalla quale era stata espulsa la bimba la cui madre aveva usato frasi irriguardose nei confronti della coordinatrice della scuola. L’alunna era stata espulsa e sia lei che il fratellino erano stati esclusi dagli iscritti dell’anno scolastico successivo. I genitori avrebbero iscritto i figli ad un altro istituto, ma hanno anche dato vita a una battaglia legale contro il provvedimento, ritenuto sproporzionato. Il Tribunale ha dato loro ragione, intimando il reintegro in classe e chiedendo che venga “consentita la partecipazione a tutte le attività scolastiche ed extrascolastiche ed evitata qualunque forma di esclusione o isolamento”.

I genitori avrebbero infatti sottolineato come il provvedimento abbia causato un comportamento di allontanamento da parte degli altri compagni di classe. La scuola avrebbe motivato la decisione giudicando il comportamento della madre dei due bimbi “diffamatorie” e in contrasto con i valori di rispetto da insegnare ai bambini.