Cityrumors Milano
Notizie locali Milano e provincia

Controllo di routine, arresto per un ricercato pakistano

E' accusato in Slovenia di tratta di esseri umani, dovrà scontare cinque anni

E’ stato fermato grazie a un controllo di routine in via Preneste, a Milano, dai carabinieri di Affori il ricercato Ajaz Mohammed, pakistano, sotto accusa in Slovenia per traffico di esseri umani. Era in realtà in possesso di regolari documenti per il permesso di soggiorno, ma a suo carico pende un mandato di arresto europeo per aver aiutato a entrare proprio nel Paese sloveno 17 persone, di nazionalità afghana e pakistana. Secondo le indagini, avrebbe agito insieme ad alcuni complici, portano queste persone a varcare la frontiera con l’Ungheria e guadagnando per questo 7mila dollari.

L’uomo ha dei precedenti anche in Italia, essendosi reso colpevole di maltrattamenti in famiglia e guida in stato d’ebbrezza. Su di lui pende anche un’indagine per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Dovrà però scontare la pena in Slovenia, dove la tratta di esseri umani gli costerà cinque anni di reclusione.