Straniero due volte al Teatro del Buratto

I ragazzi delle scuole sono i co-autori dello Spettacolo nell'ambito del "Progetto Giovani".

Dal 7 al 10 marzo si terrà lo spettacolo “Straniero due volte” presso il Teatro del Buratto in Maciachini.

Lo Spettacolo, sostenuto nell’ambito di NEXT Laboratorio delle Idee, ed. 2017/2018, racconta la storia di tre ragazzi che frequentano un corso di teatro a scuola: una messa in scena dell’amore tra Piramo e Tisbe (antichi Romeo e Giulietta) che vede i protagonisti contrastati dalle famiglie rivali, rinchiusi in stanze di case diverse, ma confinanti. Il muro che li divide ha una crepa e tramite questa i due giovani riescono a parlare del loro amore.
L’amore, non solo nella finzione teatrale, diviene la miccia che scatena una serie di situazioni, di conflitti, di riflessioni. L’innamoramento di due dei protagonisti provocherà una reazione nel terzo. Tutti dovranno confrontarsi  con il loro essere stranieri, per le diverse famiglie, a se stessi, alla società cui non sentono di appartenere. Essere adolescente, infatti, è già essere straniero, estraneo a se stesso e al mondo. Per i ragazzi nati da genitori immigrati, le seconde generazioni, l’età adolescenziale vuol dire essere straniero due volte.

Nel 2017 il Progetto Giovani del Teatro del Buratto ha avviato un percorso di attenzione rivolto ai mutamenti del sociale. Lo spettacolo Straniero due volte nasce dagli incontri con i ragazzi delle scuole che divengono co-autori del testo.